Kubera mudra manifesta i tuoi desideri

kubera mudra

Kubera mudra manifesta i tuoi desideri: è il gesto dedicato al Dio della ricchezza, Kubera appunto. Questo mudra ci aiuta a manifestare i nostri desideri richiamando energia positiva e prosperità.

Come si fa Kubera mudra?
La sua esecuzione è semplicissima: con entrambe le mani unisci i polpastrelli di pollice, indice e medio. Le altre due dita (anulare e mignolo) si piegano verso l’interno della mano.
Come per tutte le mudra, anche Kubera va mantenuto per diversi respiri senza forzare. Le dita sono attive, dovresti sentire l’energia che scorre tra le dita, senza però accumulare tensioni nelle mani.

Ogni dito ha un significato ben preciso e corrisponde anche a uno specifico pianeta:

  • Il pollice corrisponde a Marte ed è l’espressione della volontà, l’autoaffermazione
  • L’indice a Giove, è la ricerca del potere
  • Il medio a Saturno e corrisponde all’iniziativa

Perché si pratica?
Kubera mudra si utilizza per manifestare i propri desideri e per accogliere la prosperità.
Può essere utilizzarlo nella vita quotidiana per situazioni semplici e relativamente importanti: trovare qualcosa che stai cercando (un parcheggio libero per la nostra auto), un’informazione necessaria…
Ma può anche essere utile per scopi più profondi ed importanti, e in questo caso è preferibile utilizzare la mudra durante la meditazione.

Fermiamoci un istante, respiriamo profondamente e tranquillamente.
Cosa vuoi davvero? Chiedilo non tanto alla mente, ma al tuo cuore.
Prova a formulare una frase precisa e chiara (un po’ come il Sankalpa) e chiediti se questo tuo desiderio porta maggior nutrimento, benessere e ricchezza solo a te stesso, oppure, se può essere un valore aggiunto anche per le persone che ti circondano.

Se questo scopo diventa un arricchimento non solo per te, ma anche per chi ti sta vicino (o addirittura per il mondo) avrà ancora più valore.

Rimani seduto in meditazione, unisci pollice, indice e medio per mantenere Kubera mudra e ripetere mentalmente (oppure ad alta voce se vuoi/puoi) il desiderio che vorresti si manifestasse.
Puoi immaginare che il tuo desiderio o scopo sia già nel presente.
Immaginalo come se fosse reale.

Descrivi la scena nella tua mente come se, aprendo gli occhi, fosse davanti a te, già realizzato.
Prendi nota dei colori, dei profumi, delle emozioni che provi. Sei sol* o ci sono altre persone con te? Chi? Dove si svolge la scena?
Rimani con queste sensazioni il più possibile, anche a meditazione conclusa.
Prima di aprire gli occhi, sciogli le mani e rimani alcuni secondi con i palmi rivolti verso l’alto appoggiati sulle ginocchia o sulle cosce, in completa ricezione e apertura.

Questa meditazione può durare 5-10 minuti, ma dev’essere ripetuta con costanza, per un ciclo di almeno 40 giorni.

Kubera è una mudra molto potente ed efficace, ma ricordati che non è miracoloso, oltre all’intensità della meditazione e dell’energia che metti nel ripetere la frase-desiderio occorre anche impegnarsi concretamente per raggiungere i risultati sperati.

Se vuoi approfondire ti consiglio la lettura di “Mudra, Lo yoga delle mani” di Gertrud Hirschi.